900presente inaugura la stagione mettendo in scena il desiderio

L’homme et son désir è il primo concerto della XXV stagione della kermesse. In programma all’Auditorio Stelio Molo RSI il 5 novembre 2023 alle ore 20:30

Una serata dedicata a esplorare il desiderio come atto fondamentale dell’essere umano. Questo il focus del primo concerto della XXV stagione di 900presente, L’homme et son désir, all’Auditorio Stelio Molo RSI domenica 5 novembre 2023 alle ore 20:30.

Diretto da Arturo Tamayo, il concerto ha in programma due brani del panorama musicale francese del primo e medio Novecento: “L’homme et son désir” (1917-18) di Darius Milhaud e “La voix humaine” (1958) di Francis Poulenc.

L’homme et son désir” è un poema plastico composto a quattro mani da Paul Claudel e Darius Milhaud tra il 1917 e il 1918, durante il loro soggiorno a Rio de Janeiro, quando Claudel vi era stato inviato come ambasciatore di Francia.
Ambientato nel mistero notturno e primordiale della foresta brasiliana, il brano è fortemente connotato dal ritmo delle percussioni. La scena è abitata dalle personificazioni di desideri e sentimenti che trascinano l’uomo come fosse in preda a un vento che non è completamente in grado di controllare. Compare, infine, il fantasma di una donna.
In scena, l’Ensemble900 del Conservatorio della Svizzera italiana e due attori dell’Accademia Dimitri guidati dalla regia di Giampaolo Gotti, docente di improvvisazione teatrale all’Accademia Dimitri.

Sul finire degli anni ’50 del Novecento Francis Poulenc riprende “La voix humaine”, un lavoro teatrale di Jean Cocteau scritto nel 1930, che vede l’unica protagonista presente sul palco immersa in un grande monologo telefonico, che inscena la passione cieca di una donna alle prese con l’assenza fisica dell’amato e il suo rifiuto.

Il concerto è preceduto dall’incontro: “Cocteau e Claudel, dalla letteratura alla musica” realizzato in collaborazione con AMOPA – Association des Membres de l’Ordre des Palmes Académiques (Auditorio Stelio Molo RSI, 5 novembre 2023 ore 18:30) con l’intervento dei professori Luigi Colombo e Mireille Venturelli.
Segue aperitivo gentilmente offerto da AMOPA Ticino.

900presente è la stagione di musica moderna e contemporanea del Conservatorio della Svizzera italiana in co-produzione con RSI Rete Due e il sostegno di Swisslos – Repubblica e Cantone Ticino DECS.

Continuare
Abbonati per leggere tutto l'articolo
Ricordami