Ammalarsi all'estero e copertura costi | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

Lavoro e previdenza

Ammalarsi all’estero e copertura costi

Di Valeria Angrisani, Responsabile Inas Lausanne 

L’estate è ormai alle porte: è tempo di viaggi e vacanze. Ma cosa succede se durante il nostro soggiorno si presentano degli imprevisti non programmati? Cosa fare in caso di malattia o infortunio durante un viaggio temporaneo all’estero?

Destinazioni e prestazioni delle casse malati 

Tutti i cittadini residenti in Svizzera, in caso d’urgenza, sono coperti per le spese necessarie dall’assicurazione malattia del luogo di residenza. Sono previste delle eccezioni in base alla scelta della località ma vediamo nel dettaglio quanto indicato.

Tra le numerose cose da portare in valigia non dimenticate di aggiungere alla lista viaggio anche la vostra tessera dell’assicurazione malattia svizzera. Se la destinazione prevista sarà in un Paese dell’UE/AELS si ha diritto ad essere rimborsati per le stesse prestazioni come i cittadini assicurati nel relativo Paese. In caso di malattia, infortunio o gravidanza questa tessera dà diritto a tutti i trattamenti necessari sotto il profilo medico e in base alla durata del soggiorno.

Nei paesi al di fuori dell’UE/AELS i costi dei trattamenti medici urgenti, che non prevedono il rientro in Svizzera, sono rimborsati fino a un importo doppio di quello che il medesimo trattamento sarebbe costato in Svizzera. Tutte le altre prestazioni mediche che vengono eseguite all’estero non sono coperte dall’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie. Sono previste ulteriori coperture dei costi solo se la persona oltre all’assicurazione di base, ha stipulato anche un’assicurazione complementare.

Ad ogni modo se la meta estiva prevista si trova in un Paese non membro dell’UE/AELS può essere utile assicurarsi temporaneamente per la durata del soggiorno all’estero. Negli USA e in Canada ad esempio, i costi medici sono molto elevati ed un trattamento può essere molto costoso. Optare per questa scelta se l’assicurazione in Svizzera non copre i trattamenti d’urgenza, può essere vantaggioso.

Ma cosa fare se ho dimenticato la tessera malattia a casa? C’è comunque una soluzione! L’assicurato può chiedere alla cassa malati di rilasciargli un certificato sostitutivo di durata limitata.

Cure programmate al di fuori della Svizzera 

Solitamente non sono rimborsate le spese per trattamenti programmati all’estero. In determinati casi però, le persone residenti in Svizzera possono curarsi in altri Paesi solo per seguire un trattamento che non può essere effettuato sul posto.

Per aver diritto a tale trattamento il medico curante dell’assicurato dovrà presentare una domanda motivata. Dopo aver consultato il servizio del medico di fiducia, l’assicuratore deciderà se rimborsare i costi previsti all’estero.

Tutte le spese ed il tipo di copertura sanitaria dovrà essere chiarito con la propria cassa malati prima di mettersi in viaggio.

Acquisto di medicamenti all’estero 

Tale acquisto è rimborsato solo nel caso in cui i medicamenti sono necessari per curare la malattia durante il soggiorno temporaneo all’estero.

Condividi
Tags:

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
* campi obbligatori