Cinquanta sfumature di zucca | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

Rubriche

Cinquanta sfumature di zucca

Condividi

Miei cari lettori, oggi vi voglio parlare di un ortaggio molto apprezzato nel periodo autunnale. Un prodotto che, nella sua semplicità, da anni riempie ‘le nostre pance’ nei freschi mesi prima dell’inverno, famoso soprattutto durante la festa di Halloween. Stiamo ovviamente parlando della zucca.

La leggenda irlandese vuole che la famosa “Jack O’ Lantern” sia nata grazie a Jack, un personaggio buono a nulla, così scapestrato da non potersi permettere di stare all’inferno. Per questo motivo il diavolo gli diede una fiamma per illuminare la via per gli inferi e Jack, per far sì che la fiamma durasse di più per il suo lungo cammino, la mise dentro una rapa, che poi con gli anni si trasformò in una zucca. Da quel giorno, la famosa zucca, illuminata dalla faccia cattiva, viene utilizzata per scacciare gli spiriti maligni. Vecchie leggende raccontano che gli spiriti si aggirano per la terra possedendo persone ed animali, ma ogni volta che uno di essi si avvicina ad una casa con “Jack O’Lantern”, la zucca si illumina di azzurro intenso e lo spirito viene intrappolato nella fiamma.

Un dato di fatto è che quest’ortaggio, povero in calorie ma ricco di nutrimenti, è un toccasana per la salute: infatti, come tutti gli ortaggi di quel colore, la zucca è ricca di carotene, sostanza che l’organismo utilizza per la produzione di vitamina A. Ha inoltre proprietà antiossidanti e antinfiammatorie ed è adatta ai diabetici e alle persone che seguono una dieta ipocalorica grazie al suo basso contenuto glucidico e lipidico. Inoltre i semi sono pieni di cucurbita, sostanza che protegge la prostata e previene la cistite.

La sua conservazione è molto facile: con la buccia può essere lasciata al fresco e al buio per mesi, mentre senza buccia può essere tenuta in frigorifero per diversi giorni. Per la congelazione si consiglia di tagliarla a cubetti e sbollentarla, prima di mettertela a basse temperature.

Questo delizioso ortaggio può essere consumato in tantissimi modi. Cruda, la zucca mantiene tutto il suo contenuto vitaminico, ma è ottima al forno, bollita e al vapore, oppure si può utilizzare per deliziose zuppe e vellutate.

Ma lo sapevate che la zucca, come tante altre piante, viene coltivata in moltissime varietà? Per conoscerle si è tenuta una degustazione di 45 tipologie di zucche organizzata nel capannone al Boschetto di Malvaglia lo scorso 19 ottobre. Oltre alla degustazione di 45 tipi di zucca, quest’anno ci sono state anche 45 tipologie diverse di patate antiche poi come sempre l’apprezzatissimo pranzo a base di zucca e tante altre attività interessanti. Il prossimo appuntamento? La Rassegna Gastronomica della Zucca che avrà luogo dal 1 al 30 Novembre nei ristoranti della zona.

 

Tags:

Giulia Bernasconi

Nata a Medellin, Colombia e cresciuta a Lugano in Svizzera. Laureata con un Bachelor in “Hospitality & Tourism” Management a Glion ed un Master in Brands Management a Londra dopo aver lavorato in ... Vedi profilo completo

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
* campi obbligatori