Concerto di Gala dei Dipartimenti della Scuola di Musica e Pre-College del Conservatorio della Svizzera italiana | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

Note dalla Svizzera italiana

Concerto di Gala dei Dipartimenti della Scuola di Musica e Pre-College del Conservatorio della Svizzera italiana

Appuntamento giovedì 4 marzo 2021, ore 19:00
in streaming sul sito www.conservatorio.ch/scuoladimusica

La Scuola di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana è lieta di annunciare che anche quest’anno, nonostante le restrizioni dovute alla pandemia di Covid-19, si terrà l’annuale Concerto di Gala. L’appuntamento, atteso e amato dagli allievi e dalle loro famiglie, sarà registrato nell’Aula Magna del Conservatorio della Svizzera italiana al Centro San Carlo di Besso-Lugano e trasmesso via streaming sul sito www.conservatorio.ch/scuoladimusica giovedì 4 marzo 2021 alle ore 19:00.
Il programma del Concerto include sedici esibizioni che spaziano attraverso epoche e generi diversi. Si esibiranno sul palco alcuni tra i migliori talenti della Scuola di Musica e del Pre-College del Conservatorio della Svizzera italiana: solisti, duo ed ensemble, con brani che vanno da Bach, Mozart, Beethoven e Händel, fino alle musiche di Dušan Bogdanović e Astor Piazzolla.

Madrina della serata sarà Giada Marsadri, presentatrice del Festival del Cinema di Locarno, che introdurrà il concerto approfondendo il programma e altri temi di attualità con interviste speciali. Gli allievi, che vanno dai 7 ai 18 anni di età, quest’anno devono confrontarsi con una modalità di esibizione del tutto nuova, in cui troupe e telecamere prendono il posto del pubblico dal vivo, ma sono molto motivati a portare a termine questo importante momento di restituzione del proprio percorso di studio.
“Siamo orgogliosi di offrire ai nostri allievi migliori l’opportunità di esibirsi nonostante le restrizioni dovute alla pandemia”, spiega Luca Medici, Direttore della Scuola di Musica. “Per loro e per le loro famiglie il Concerto di Gala rappresenta un momento significativo, in cui si celebra tutto lo sforzo e l’impegno che hanno dedicato alla musica in un anno”.

Un anno particolarmente difficile anche per la musica, che ha sofferto della chiusura dei teatri e delle sale da concerto, ma che ha costituito per molti allievi una compagna preziosa in un momento di distanziamento sociale e di didattica a distanza. Il Conservatorio della Svizzera italiana ha colto la sfida di portare avanti tutti i suoi progetti ed eventi, esplorando le potenzialità del canale digitale e offrire, in questo modo, a tutti noi l’opportunità di mantenere la musica presente al centro delle nostre vite. In attesa di poterla apprezzare di nuovo dal vivo.

Condividi
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
* campi obbligatori