Firenze dedica piazzetta a Ferragamo | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

Rubriche

Firenze dedica piazzetta a Ferragamo

Da quello che fino ad alcuni decenni fa era considerato un settore frivolo, “preso sottogamba”, ultimamente vengono le migliori, positive notizie. Come, ad esempio – oltre ai dati delle esportazioni, e il successo dei nostri Saloni in Italia (con Pitti Immagine Uomo in testa) e all’estero – dal riconoscimento di quanto alcuni nostri creatori di moda, dagli accessori all’abbigliamento, sono simbolo di prestigio per il nostro Paese.

Pertanto, con grande soddisfazione si è assistito, recentemente – nel cuore di Firenze, fra Ponte Vecchio, via dei Bardi e via Guicciardini – all’inaugurazione di una piazzetta dedicata a Salvatore e Wanda Ferragamo. Si ricordano ed onorano, così, due persone eccezionali, straordinarie. Salvatore, dopo essere emigrato negli Stati Uniti, divenne in breve tempo “il calzolaio delle dive”, grazie alla sua abilità ed al suo genio nel creare calzature uniche, nuovissime, di gran stile. Forte del successo ottenuto tornò in Italia, sposò la giovanissima figlia del medico condotto del suo paese natale (“Wanda, che cercai in tutto il mondo, e trovai qui…”), e si trasferì a Firenze, città che per storia e valori artigianali ritenne l’optimum, affermandosi ancora di più a livello internazionale.

Alla sua prematura scomparsa, nel 1960, Wanda (straordinaria quanto il marito, ebbi il gran piacere di conoscerla, incontrarla e anche intervistarla più volte; meriterebbe un ricordo a sé come donna, anzi, grandissima donna) prese le redini dell’azienda, allevando nel contempo ben sei figli giovanissimi, inculcando loro i valori del lavoro e della famiglia, inserendoli con successo nella sempre più grande FERRAGAMO.

E con i figli sviluppò poi ulteriormente i progetti di Salvatore tanto da diventare ancor più celebre internazionalmente, oltre che per le calzature, per l’abbigliamento ed i vari accessori. “Vestire le donne dalle scarpe al cappello” era stato il sogno di Salvatore Ferragamo: Wanda, ed i figli, l’hanno realizzato. Unendo, inoltre, il loro nome al restauro di importantissimi monumenti fiorentini, e ad altrettanto importanti iniziative della Galleria degli Uffizi.

Condividi
Tags:

Maria-Vittoria Alfonsi Caruso

Nata a Brescia.Il suo primo articolo è per "Grazia" a 18 anni con un’intervista a Michelle Morgan. Ha collaborato con "Marie Claire" e "Mamme e Bimbi"; ha scritto per vari quotidiani, settimanali e im ... Vedi profilo completo

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
* campi obbligatori