I Tre Moschettieri. Un concerto che celebra l’amicizia e l’inclusione | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

Cultura EVIDENZA Note dalla Svizzera italiana Società

I Tre Moschettieri. Un concerto che celebra l’amicizia e l’inclusione

All’Auditorio Stelio Molo, a Lugano

Foto: Coro Clairière CSI, I Tre Moschettieri, 2021 ©Conservatorio della Svizzera italiana

“Oggi vi raccontiamo la storia di un eroe. Beh, a dire la verità, non è sempre stato un eroe. Come molti eroi, ha dovuto prima vivere alcune avventure, accettare sfide e accettarne la sconfitta. Come tutti noi, in realtà. Vi raccontiamo la storia di D’Artagnan, più precisamente, la storia dei tre moschettieri”

Si tiene giovedì 20 ottobre 2022 alle ore 18:30 all’Auditorio Stelio Molo RSI, il primo concerto inclusivo del Coro Clairière del Conservatorio della Svizzera italiana. Insieme a solisti ed ensemble della Scuola universitaria di Musica, i cantori del Coro Clairière si esibiranno sul palcoscenico con i cantori del Coro giovanile della Fondazione Sant’Angelo di Loverciano che accoglie giovani con bisogni speciali.

In scena lo spettacolo “I Tre Moschettieri” dal capolavoro di Alexandre Dumas, adattato da ‘La musique de Léonie’, con musiche di Julien Joubert e la partecipazione della Commissione dell’Académie Musicale de Villecroze. Il concerto, diretto da Brunella Clerici e proposto dal Coro Clairière per la prima volta nel novembre 2021, è replicato quest’anno coinvolgendo il Coro giovanile della Fondazione Sant’Angelo di Loverciano realizzando un’esperienza di inclusione e amicizia.
Ed è proprio sull’amicizia dei tre moschettieri con il cadetto guascone d’Artagnan che ruota questa pièce del Clairière giocosa, ritmica e un po’ ironica.

«La bellezza di questo progetto sta nel fatto che non abbiamo pensato di realizzare qualcosa di
specifico per il mondo della disabilità. Abbiamo invece coinvolto questi ragazzi portandoli a
realizzare uno dei nostri concerti insieme, fianco a fianco
», ha commentato Brunella Clerici.
«Tutti parteciperanno insieme allo stesso successo o allo stesso insuccesso», ha aggiunto.


I cantori del Coro della Fondazione Sant’Angelo sono stati preparati dal Giacomo Reggiani, direttore del Coro e alumnus del Doppio Master CSI/DFA della Scuola universitaria di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana che permette ai suoi diplomati di insegnare Educazione musicale nelle scuole di musica e nelle scuole medie di tutta la Svizzera, nella scuola dell’obbligo in Ticino, nonché nelle scuole elementari di vari Cantoni.

«In linea con il panorama svizzero e internazionale, l’accessibilità e inclusione nella formazione
musicale sono due ambiti di sviluppo strategico della nostra Scuola
»,
ha commentato Alexandra Rossini, Delegata Gender & Diversity della Scuola universitaria di Musica.

Il concerto “I Tre Moschettieri” del Coro Clairière del Conservatorio della Svizzera italiana e del Coro della Fondazione Sant’Angelo è realizzato con il sostegno di Migros Percento culturale, di Innovation Sociale Associazione svizzera per la promozione dell’innovazione sociale e Innovation Booster powered by Innosuisse.

Tags:

Potrebbero interessarti