In Ticino il primo corso, in lingua italiana, per le donne che vogliono entrare in Cda | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

EVIDENZA Società

In Ticino il primo corso, in lingua italiana, per le donne che vogliono entrare in Cda

di Laura Incandela

Il Ticino ha finalmente imboccato la giusta strada. Siamo ancora all’inizio del percorso, ma possiamo sfoderare una punta di ottimismo. Formazione e quote femminili, sembrano essere le carte vincenti per raggiungere un’equa presenza di donne e uomini nei Consigli di amministrazione. La legge sulle quote è già realtà dal primo gennaio di quest’anno, adesso è giunto il momento di passare alla formazione.

Parte il primo corso, in lingua italiana, per le donne che vogliono entrare a far parte dei Consigli di Amministrazione, in Ticino realizzato dal Centro Competenze tributarie della SUPSI, in collaborazione conla società di formazione aziendale Alma Impact AG, e il Business & Professional Women (BPW Club Ticino) partner del progetto, il tutto con il prestigioso Patrocinio del Consiglio di Stato.

Il percorso formativo permetterà alle professioniste del territorio di candidarsi per ricoprire anche ruoli apicali nei CdA. Al termine del corso è prevista lapossibilità di ottenere una certificazione ISO valida sia in Svizzera che a livello internazionale oltre che alla certificazione di 4 crediti ECTS. Il corso sarà aperto a uomini e donne, professionisti che vogliono ottenere la giusta preparazione per entrare a far parte dei CdA e delle Direzioni delle aziende con le adeguate competenze. 

Avrà inizio il 16 aprile 2021 e si concluderà il 19 giugno 2021, con l’esame finale. Avrà una durata di 48 ore totali divise in 6 moduli equamente bilanciati tra teoria e casi pratici, con testimonianze finali dal mondo aziendale: diritti, obblighi e responsabilità del CdA, gestione e supervisione finanziaria, ruolo strategico, gestione dei rischi, contesto regolamentare e comunicazione. L’obiettivo è quello di offrire gli strumenti adeguati ed intervenire su tutti i passaggi necessari per promuovere e inserire nei CdA donne preparate e di talento, oltre che valorizzare e consolidare competenze interpersonali e tecniche che permettono di affrontare con consapevolezza e professionalità posizioni di alto livello e responsabilità. Il BPW Ticino, grazie ai suoi sponsor istituzionali, UBS, IBSA ed AIL darà un contributo finanziario alle socie che vorranno iscriversi al corso. Si tratta di una vera e propria rivoluzione per questo cantone. Sono già numerose le professioniste che hanno accettato la sfida e sono pronte a dare una spallata a quel “soffitto di cristallo” che impedisce loro la piena realizzazione professionale.

Tags:

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
* campi obbligatori