La Casa di Carta. La rapina più famosa della storia sta per concludersi | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

Sport e tempo libero

La Casa di Carta. La rapina più famosa della storia sta per concludersi

Di Christian Repetti

Netflix ha annunciato la data di uscita dell’ultima stagione – la quinta – de La Casa di Carta. La prima tranche, da cinque episodi, sarà disponibile dal 3 settembre e la seconda, sempre da cinque puntate, dal 3 dicembre 2021, in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo. Che cosa dobbiamo aspettarci? La Casa di Carta Parte 4 era cominciata nel caos: il Professore era convinto che Lisbona venisse giustiziata, Rio e Tokio avevano distrutto un carro armato e Nairobi stava lottando tra la vita e la morte, purtroppo senza poi farcela. I ladri dalle tute rosse e maschera di Dalì sul volto hanno affrontato una delle sfide più difficili di sempre. La presenza di un nemico tra i loro stessi ranghi ha ostacolato seriamente la riuscita del colpo.

All’inizio della Parte 5 la banda è rinchiusa nella Banca di Spagna da oltre 100 ore. I suoi componenti sono riusciti a salvare Lisbona, ma il momento più buio arriva dopo aver perso uno dei loro. Il Professore è stato catturato da Alicia Sierra e, per la prima volta, non ha un piano di fuga. Proprio quando sembra che niente possa andare peggio, entra in scena un avversario molto più potente di tutti quelli affrontati finora: l’esercito. La fine del più grande colpo della storia si avvicina e quella che era iniziata come una rapina si trasformerà in una guerra. La battaglia raggiungerà i livelli più estremi e selvaggi, ma la stagione è la più eccitante ed epica di sempre, hanno fatto sapere dalla produzione.

«Quando abbiamo cominciato a scrivere la Parte 5, nel bel mezzo della pandemia, abbiamo capito che avremmo dovuto stravolgere le aspettative del classico formato da dieci episodi», ha affermato Álex Pina, il creatore della serie. «Abbiamo usato tutti gli strumenti a nostra disposizione per creare la sensazione di un finale di stagione o di un finale di serie già nel volume 1. Abbiamo scelto di usare un approccio estremamente aggressivo, che mettesse la banda alle strette. Nel volume 2 ci concentriamo maggiormente sulla situazione emotiva dei personaggi. È un viaggio attraverso la loro mappa sentimentale che ci collega direttamente al punto da cui sono partiti», ha concluso Pina. «Era una banda e ora è diventata una famiglia. La Resistencia siamo tutti noi e non vediamo l’ora di scoprire come andrà a finire», è stato scritto sui social da Netflix quando i profili ufficiali della piattaforma hanno comunicato la fine delle riprese, che si sono tenute tra Spagna, Danimarca e Portogallo.

«Lasciando per l’ultima volta il set, le parole sono superflue», aveva commentato su Instagram Álvaro Morte, interprete del Professore, dando l’addio allo show e ringraziando i fan per la vicinanza e l’affetto. «Mi mancherà passare dei momenti così belli con voi», ha aggiunto l’attore congedandosi dai suoi fan. Ne La Casa di Carta Parte 5, diretta da Jesús Colmenar, Koldo Serra e Álex Rodrigo, oltre a Álvaro Morte (Il Professore) ritroviamo Úrsula Coberó (Tokyo), Itziar Ituño (Lisbona), Pedro Alonso (Berlíno), Miguel Herrán (Rio), Jaime Lorente (Denver), Esther Acebo (Stoccolma), Enrique Arce (Arturo), Darko Peric (Helsinki), Hovik Keuchkerian (Bogotá), Luka Peros (Marsiglia), Belén Cuesta (Manila), Fernando Cayo (Colonnello Tamayo), Rodrigo de la Serna (Palermo), Najwa Nimri (Ispettrice Sierra), José Manuel Poga (Gandía) e molti altri. A loro, si aggiungono Miguel Ángel Silvestre (Sky Rojo, Sense 8) e Patrick Criado (La gran familia española, Vivere senza permesso).

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
* campi obbligatori