L'importanza dei legumi | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

Alimentazione

L’importanza dei legumi

Il 10 febbraio 2021 si celebra la terza Giornata Mondiale dei Legumi, evento mondiale designato dalle Nazioni Unite per la prima volta nel 2019. I semi commestibili delle leguminose- ovvero lenticchie, ceci, fagioli, lupini e via discorrendo – fanno bene al corpo, all’ambiente e all’anima.

Partiamo dai nutrienti: questi alimenti sono ricchi di fibre -che li rende molto sazianti-, minerali, calcio, vitamina B1, ferro e potassio e sono un’importante fonte di proteine vegetali. Idealmente uniscono a tavola il mondo intero. I piatti e le cucine di base di tutto il mondo includono legumi: pensiamo al famoso hummus– salsa a base di pasta di ceci e pasta di semi di sesamo molto consumato nell’area mediterranea-, ai baked beans, piatto inglese a base di fagioli che si consuma tipicamente per colazione, fino al dahl di lenticchie, piatto tipico della cucina indiana, una zuppa speziata e profumata a base di lenticchie rosse e verdure.

Perché i legumi sono colture preziose?
Sono una fonte ideale di proteine, in particolare nelle regioni in cui carne e latticini non sono fisicamente o economicamente accessibili. I legumi sono poveri di grassi e ricchi di fibre solubili, che possono abbassare il colesterolo e aiutare nel controllo della glicemia. Per queste qualità sono raccomandati dalle organizzazioni sanitarie per la gestione di malattie non trasmissibili come il diabete e le malattie cardiache. È stato anche dimostrato che i legumi aiutano a combattere l’obesità.

Sicurezza del cibo
Per gli agricoltori, i legumi sono una coltura importante perché possono sia venderli che consumarli, il che li aiuta a mantenere sempre rifornite le dispense per uso domestico e crea stabilità economica.

Benefici ambientali
I legumi sono capaci di fissare l’azoto atmosferico migliorando così la fertilità del suolo. In pratica grazie a loro l’azoto aumenta e prolungala produttività del terreno agricolo. Inoltre, i legumi possono contribuire alla mitigazione del cambiamento climatico riducendo la dipendenza dai fertilizzanti sintetici utilizzati per introdurre artificialmente l’azoto nel suolo. Durante la produzione e l’applicazione di questi fertilizzanti vengono rilasciati gas serra e il loro uso eccessivo può essere dannoso per l’ambiente. I legumi richiedono una piccola quantità di fertilizzante per crescere e hanno inoltre un basso impatto idrico, poiché si adattano a condizioni semi-aride e possono tollerare lo stress da siccità. I legumi inoltre sono economici e facili da conservare.

Condividi
Tags:

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
* campi obbligatori