Luca, il mare e un’amicizia oltre i confini | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

EVIDENZA Sport e tempo libero

Luca, il mare e un’amicizia oltre i confini

Il primo film Disney ambientato in Italia

Di Christian Repetti

La profondità del mare. E quella di un’amicizia oltre i confini. Con la bellezza e l’unicità di eccellenze italiane, dai paesaggi al buon cibo, esaltate dai colori e dalle atmosfere della stagione più allegra ed entusiasmante di tutte, l’estate. È ciò che si propone di regalare al pubblico Luca, il nuovo lungometraggio animato targato Disney e Pixar in uscita il 18 giugno nelle sale statunitensi e dallo stesso giorno disponibile in streaming sulla piattaforma Disney Plus. È il primo film della casa di Topolino a essere ambientato in Italia: la località costiera che fa da sfondo al nuovo gioiello d’animazione – denominata Portorosso – si richiama alle Cinque Terre, perla ligure della Riviera di Levante già nota in tutto il mondo e destinata a godere di una nuova attenzione mediatica e turistica a livello globale proprio grazie a Luca. Preparatevi ad assistere a una fiaba dalla poesia senza tempo e dai toni e ritmi moderni, storia di formazione di un ragazzino che vive un’estate indimenticabile tra gelati, pasta e adrenaliniche corse in scooter. Luca, il protagonista citato nel titolo del lungometraggio (uno dei nomi maschili italiani più comuni e conosciuti) condivide le sue avventure con l’amico Alberto. Il loro divertimento, però, è minacciato da un segreto ben custodito: i due sono due mostri marini provenienti da un mondo sottomarino.

A trasportarli nel “villaggio degli umani” è soprattutto la curiosità di scoprire l’altro da sé, cercando di nascondere sotto apparenze che l’acqua può scegliere le proprie squame, la pelle violacea. Luca è diretto dal candidato al Premio Oscar Enrico Casarosa (nel 2012, per il cortometraggio animato La Luna) e prodotto da Andrea Warren (Lava, Cars 3). La colonna sonora è stata creata dal premiato compositore Dan Romer (Re della terra selvaggia, Maniac). «Questa è una storia profondamente personale, non solo perché è ambientata nella Riviera italiana dove sono cresciuto, ma perché al centro di questo film c’è la celebrazione dell’amicizia. Le amicizie infantili spesso stabiliscono la rotta di chi vogliamo diventare e sono proprio quei legami ad essere al centro della nostra storia in Luca», ha dichiarato il regista Enrico Casarosa, genovese di nascita, ma da trent’anni negli Stati Uniti.

Luca Argentero presta la propria voce nella versione italiana del film a Lorenzo Paguro, padre di Luca, insieme a Giacomo Gianniotti (Giacomo), Marina Massironi (Signora Marsigliese) e Saverio Raimondo (Ercole Visconti, il villain di Portorosso, sbruffone a bordo della sua Vespa, altro simbolo dell’italianità nel mondo). Gli ultimi due sono anche tra i doppiatori della versione originale. Il cast di voci include inoltre Fabio Fazio (Don Eugenio, prete di Portorosso), Orietta Berti e Luciana Littizzetto (Concetta e Pinuccia Aragosta). Alberto Vannini, Luca Tesei e Sara Ciocca interpretano i protagonisti Luca, Alberto e Giulia Marcovaldo, una ragazzina che fa amicizia con Luca e Alberto. Tra i camei presenti nel film figurano di Alberto, il migliore amico d’infanzia del regista Enrico Casarosa (pescatore – nella versione originale del film, questo personaggio è doppiato da Enrico Casarosa), e degli influencer Luciano Spinelli e Nick Pescetto (contadini di mare). Il brano Il Gatto e la Volpe di Edoardo Bennato è presente nella soundtrack del film ed è stato scelto per il trailer di Luca. Ha commentato ancora Casarosa: «Ho sempre amato Il Gatto e la Volpe di Edoardo Bennato, è una canzone con cui sono cresciuto. È un brano degli anni Settanta, quindi di un periodo successivo rispetto alla fine degli anni Cinquanta, inizio anni Sessanta in cui è ambientato il film. Sono però felice di aver fatto questa eccezione perché è una canzone che mi ha sempre trasmesso il senso dello stare insieme, dell’amicizia, e in quest’ottica mi sembra che Luca e Alberto abbiano delle similitudini con “il gatto e la volpe”, due amici che si cacciano sempre insieme nei guai. Sono anche contento di aver potuto inserire nel film un piccolo omaggio a Pinocchio attraverso questa canzone». All’inizio il regista Casarosa voleva che fosse Ennio Morricone a comporre la colonna sonora del film ma, a causa della scomparsa del Maestro, avvenuta nel luglio 2020, ciò non è stato possibile. Per questo motivo Luca sarà dedicato alla sua memoria.

Tags:
Articolo precedente
Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
* campi obbligatori