Milano abbraccia “quel Gran Genio” di Lucio Battisti

Una manifestazione di tre giorni per ricordare in modo completo l’artista, scomparso 25 anni fa, e la sua capacità innovativa. Coinvolto tuto il capoluogo lombardo, dal centro alle periferie

di Rosa Duccilli

Foto: Lucio Battisti nel 1967

Alla fine di settembre 2023, in occasione del 25° anno della sua scomparsa (e dagli 80 anni dalla sua nascita) a Milano avrà luogo “Quel Gran Genio”, una manifestazione dedicata a Lucio Battisti e alla sua arte. Parliamo di un talento unico, un artista popolare e allo stesso tempo raffinato, che è riuscito a conquistare in maniera trasversale il pubblico. Di un patrimonio artistico un patrimonio musicale che va conosciuto ancora meglio e valorizzato nella sua interezza discografica. Oggi, così come per le generazioni future.

A suo tempo è stato proprio il capoluogo lombardo a valorizzare il cantautore, nato il 5 marzo 1943 a Poggio Bustone, comune della provincia di Rieti nel Lazio. Basti dire che è a Milano che Battisti conobbe Giulio Rapetti Mogol, che, come tutti sanno, fu fondamentale per la sua vita artistica.

L‘iniziativa – in programma dal 29 settembre al 1° ottobre 2023- prevede 12 eventi, quasi tutti gratuiti-dislocati in tutte le zone di Milano, anche in periferia. Gli appuntamenti si svolgeranno in teatri e auditorium, ma anche in librerie, cinema, metropolitane, piazze, ecc. Senza dimenticare la componente social.

Inoltre, per la prima volta – nella stessa rassegna – abbraccerà tutta la sua discografia. Dai primi 45 giri di fine anni Sessanta diventati grandi successi, per arrivare alla svolta elettronica dei cosiddetti ‘dischi bianchi’ con Pasquale Panella. Ricordiamo che Battisti, dopo la fine del sodalizio con Mogol, pubblicò i suoi ultimi 6 album frutto della collaborazione prima con Velezia (pseudonimo di Grazia Letizia Veronese, sua moglie) e poi con Panella.

Tra i momenti più significativi della manifestazione segnaliamo la “partenza”, che avverrà alle 07 e 40 di venerdì 29 settembre dalla Stazione Cadorna, con un gruppo di busker che intonerà la famosa canzone. Ma come recita la seconda parte del brano, il “lui” innamorato vuole raggiungere la sua “lei” e prende un volo alle 08.50. Detto fatto. Un nuovo gruppo di busker sarà presente all’Aeroporto di Linate, alle 08.50 in punto, per far partire un nuovo flashmob che darà il “via” ufficiale alla 1ª edizione di Quel Gran Genio.

Il programma è in via di definizione, ma altri momenti da segnalare sono l’ascolto condiviso di “Anima latina” e il Convegno che si terrà alla scuola di musica CPM, momento topico in cui verrà messa in evidenza la capacità innovativa di Battisti.

L’ultimo spettacolo sarà al Teatro Franco Parenti domenica 1° ottobre: un grande concerto abbraccerà tutta la sua musica, un live cronologico da Per una lira fino ad Hegel, facendo vivere l’evoluzione artistica che ha attraversato tutta la produzione di Lucio Battisti.

Il progetto è stato subito appoggiato dall’Amministrazione Comunale e nello specifico di Tommaso Sacchi, Assessore alla Cultura, a cui si sono uniti Sea Aeroporti, Ferrovie Nord Milano e il CPM Music Institute (una delle più importanti Scuole di Musica in Italia, fondata e diretta da Franco Mussida).
Altre collaborazioni si stanno chiudendo in questi giorni. La Direzione artistica sarà a cura de L’Isola che non c’era.

Continuare
Abbonati per leggere tutto l'articolo
Ricordami