Note dalla Svizzera italiana | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

Il Conservatorio della Svizzera italiana è nato nel 1985 ha acquisito negli anni una rinomanza nazionale e internazionale. È membro della Conferenza delle Scuole Universitarie di Musica Svizzere (KMHS) e conduce importanti relazioni con l’Association Européenne des Conservatoires, Académies de Musique et Musikhochschulen (AEC). Il corpo docente vanta numerosi solisti di fama internazionale, e la completezza e solidità della formazione offerta è testimoniata dai numerosi allievi che si sono affermati nel tempo come solisti o professionisti in orchestre quali Tonhalle-Orchester Zürich, Orchestra della Svizzera italiana, Orchestra del Teatro alla Scala, Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. L’alta qualità dei giovani talenti della scuola consente un’attività concertistica di primo piano che spazia dalla musica da camera a quella sinfonica. Particolare importanza viene data alla musica moderna e contemporanea intorno alla quale viene organizzata 900presente, una stagione di concerti coprodotta dalla RSI Radiotelevisione svizzera con la collaborazione dei più importanti compositori contemporanei. Il Conservatorio è gestito da una Fondazione di diritto privato articolata in tre Dipartimenti: la Scuola di Musica, sezione amatoriale con oltre 1400 allievi e dispiegata su 4 sedi (Lugano, Bellinzona, Locarno e Mendrisio), il Pre-College, un unicum in Svizzera, e la Scuola universitaria di Musica, dalla forte vocazione internazionale.

Note dalla Svizzera italiana

Lo spirito del dono

di Massimo Zicari, musicologo e docente del Conservatorio della Svizzera italiana Per alcuni mesi siamo stati confrontati con una situazione di reclusione e di auto-isolamento,… continua a leggere.

Leggi Tutto »