Novità imposta municipale unica (IMU) | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

Lavoro e previdenza

Novità imposta municipale unica (IMU)

Pensionati residenti all’estero: attenzione! Da quest’anno si torna a pagare l’IMU sulla prima casa!

A proposito dell’IMU, che si versa di norma in acconto, entro il 16 giugno 2020, e in saldo, entro il 16 dicembre 2020, vi è una importante novità che riguarda i pensionati residenti all’estero, su cui è doveroso soffermarsi e di cui non si è molto parlato nei media.

Dal 2020, con la Legge di bilancio 2020 (Art. 1 commi 738/787 – Legge 27 dicembre 2019, n. 160) non è più prevista la possibilità di assimilare un immobile posseduto in Italia ad abitazione principale.

Quindi per gli iscritti AIRE tutti gli immobili di cui sono proprietari in Italia sono soggetti a imposta, senza eccezione.
Tale misura avrà ripercussioni su molti cittadini italiani residenti all’estero, che possiedono almeno una abitazione in Italia.

Cio’ è dovuto al fatto che l’esenzione, prevista dalla Legge 23.05.2014 n° 80 e in vigore dall’anno 2015, non è stata rinnovata dal governo italiano al fine di evitare il deferimento alla Corte di Giustizia europea da parte della Commissione europea che aveva inviato all’Italia una lettera di costituzione in mora. L’Italia infatti era stata accusata dalla Commissione di aver violato il diritto europeo in materia di non discriminazione per aver introdotto e mantenuto condizioni più favorevoli per gli iscritti all’Aire in materia di imposte immobiliari. Ciò perché la legge che aveva istituito le agevolazioni fiscali si applicava solo ed esclusivamente ai cittadini italiani iscritti all’Aire ed escludeva esplicitamente i cittadini europei di altra nazionalità europea proprietari di casa in Italia (i quali secondo il diritto europeo avrebbero invece dovuto ricevere lo stesso trattamento).

il versamento dell’imposta va effettuato come di consueto attraverso modello F24 o attraverso bonifico bancario al Comune dove sono ubicati gli immobili.

Il Patronato ACLI è a disposizione per il calcolo dell’imposta sulla base delle aliquote stabilite dai singoli comuni e dei chiarimenti che arriveranno dall’esecutivo.

Condividi
Tags:

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
* campi obbligatori