Orchestriamoci 2022

La Scuola di Musica torna al LAC con un grande concerto che celebra la musica d’insieme

Foto: Orchestriamoci 2021 ©CSI

Orchestriamoci, l’appuntamento principale della Scuola di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana per celebrare la dimensione educativa della musica d’insieme, torna a stupire il grande pubblico con un concerto alle porte della stagione natalizia.

Il concerto, che si terrà nella prestigiosa Sala Teatro del LAC, sabato 3 dicembre 2022 alle ore 20:00, coinvolge l’Orchestra Giovanile della Svizzera italiana e due ensemble musicali che per la prima volta potranno esibirsi su questo grande palcoscenico: i fiati e le chitarre.

Aprirà il concerto l’Orchestra di fiati e percussioni, con 60 giovani musicisti provenienti da tutto il Ticino che per la prima volta, e grazie al sostegno del programma cantonale ‘Cultura in Movimento’, si esibiranno insieme in un repertorio variegato e di grande intrattenimento. Agli allievi della Scuola di Musica si sono unite, infatti, le minibande della Filarmonica Alta Leventina, della Filarmonica Faidese e dell’Unione Filarmonica Gambarognese. I brani in programma, diretti dai docenti della Scuola di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana Carlo Balmelli, Alan Rusconi e Andrea Zotti, sono tutti composti o riarrangiati da compositori del Novecento, selezionati anche per il loro portato educativo.

Aseguire, si esibiranno sul palcoscenico gli Ensemble di chitarre 1 e 2 della Scuola di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana: 20 chitarristi, tra giovani e adulti, che eseguiranno un programma coinvolgente e mirato a presentare al pubblico tutte le potenzialità dello strumento con la direzione di Gabriele Cavadini e Sergio Fabiàn Lavia.

Accanto a brani classici, come il secondo movimento da L’inverno di Antonio Vivaldi e il Concerto in Re Maggiore di Georg Philipp Telemann, gli ensemble strizzeranno l’occhio al pubblico in sala con alcuni brani di dominio popolare, come La Cintura di tradizione ecuadoregna e Samba Lelê di tradizione brasiliana, fino a Billie Jean di Michael Jackson.

In un crescendo di impegno e livello performativo, chiuderà il concerto l’Orchestra Giovanile della Svizzera italiana (OGSI), il progetto orchestrale di punta dei dipartimenti di Pre-College e Scuola di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana, attualmente composta da 50 ragazzi di età compresa tra i 12 e i 18 anni.

Insieme agli allievi del Conservatorio della Svizzera italiana, l’OGSI riunisce anche alcuni allievi provenienti da altre scuole ticinesi e d’oltre confine, in un progetto capace di esaltare la grande vitalità e forza ispiratrice della musica suonata in orchestra.

Con la direzione di Yuram Ruiz, l’Orchestra Giovanile della Svizzera italiana eseguirà la suite Aus Holbergs Zeit del compositore norvegese Edvard Grieg.

In cinque movimenti, la suite è ispirata a danze del XVIII secolo e scritta nel 1884 come omaggio al bicentenario della nascita del drammaturgo danese Ludvig Holberg.

A seguire, l’Ouverture della suite strumentale Burlesque de Quixotte in sol maggiore di Georg Philipp Telemann, ispirata ai passi più celebri del famoso romanzo El Ingenioso Hidalgo Don Quijote de la Mancha di Miguel Cervantes. L’Ouverture è suddivisa in due parti: dopo un maestoso andamento puntato, si snoda in un brillante allegro dal carattere estroverso che ben incornicia l’ambientazione del racconto, a metà tra realtà e immaginazione, visionarietà fantastica e mondo pittoresco che da ormai quattro secoli continua ad affascinarci.

Madrina d’eccezione del concerto sarà la musicologa e presentatrice televisiva Giada Marsadri.

Orchestriamoci è un progetto della Scuola di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana. Questa edizione ha ricevuto il patrocinio della Città di Lugano e il sostegno del programma cantonale ‘Cultura in movimento. Aiuto federale per la lingua e cultura italiana’ e del LAC Lugano Arte e Cultura.

Biglietti
Cat. unica CHF 40,00.-
Acquisto sul sito o alla biglietteria del LAC.

IL PROGRAMMA di ORCHESTRIAMOCI

Orchestra di fiati e percussioni della Scuola di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana
Minibande della Filarmonica Alta Leventina, della Filarmonica Faidese e dell’Unione Filarmonica Gambarognese

James Barnes (1949*) Yorkshire Ballad

Ralph Ford (1963*) Dark Adventure

David Maslanka (1943-2017) Prelude on a Gregorian Tune

Robert Sheldon (1964–2009) A Joyful Journey

Johannes Hanssen (1874-1967) Valdres

Carlo Balmelli, Alan Rusconi, Andrea Zotti direzione

Ensemble di chitarre 1 e 2 Scuola di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana

Trad. Ecuador La Cintura (arr. Jürgen Hübscher)

Georg Philipp Telemann (1681–1767) da Concerto in Re Maggiore, I. Adagio, II. Allegro (arr. Heinz Teuchert)

Antonio Vivaldi (1678-1741) da L’Inverno, II. Largo (arr. Gabriele Cavadini)

Michael Jackson (1964–2009) Billie Jean (arr. Michael Langer)

Jürg Kindle (1960*) Kalimba

Trad. Brasile Samba Lelê (arr. Jan-Olof Eriksson)

Rubén Fuentes (1926-2022) La Bikina (arr. Jürgen Hübscher)

Gabriele Cavadini, Sergio Fabiàn Lavia direzione

Orchestra giovanile della Svizzera italiana

Edvard Grieg (1843-1907) Aus Holbergs Zeit

Georg Philipp Telemann (1681-1767) Ouverture Burlesque de Quixotte TWV 55:G10

Yuram Ruiz direzione

Chiara Ludovisi assistente artistica

Remember Me