PerBacco!         | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

Rubriche

PerBacco!        

Condividi

Cari amici, come vi avevo già anticipato la volta scorsa, gli Svizzeri sono dei buoni bevitori del nostro nettare locale, il vino Svizzero ed in questo caso Ticinese.

La prova?  L’assoluta riuscita della sesta edizione dell’evento PerBacco, manifestazione tenutasi nei giorni 5-6-7-8 Settembre nel centro di Bellinzona. Un buonissimo risultato anche per la degustazione di sabato, che ha riunito circa 1100 partecipanti.

La città per quel weekend si è trasformata in una sala degustazioni con festeggiamenti, balli e puro divertimento. Eh sì, perché PerBacco  non è un evento che coinvolge solo i grandi fan del nettare divino, ma è un evento per tutti. Infatti, nelle varie piazze si sono riunite persone di tutte le età, amanti della birra, esperti sommelier ed enologi e anche chi voleva semplicemente godersi un po’ di compagnia.

Quest’anno, dislocati sulla Piazza Collegiata continuando per Piazza Buffi, Piazza Nosetto e fino a Piazza del Governo, hanno partecipato ben trenta cantine Ticinesi, con una selezione di 115 etichette. Tra bianchi, rosati, rossi e bollicine ce n’era per tutti i gusti.

L’evento, molto variegato,  offriva ben cinque diversi “Wine Bar”: il gettonatissimo Bar Spumante, organizzato dall’Associazione Svizzera Amici del Vino della sezione di Bellinzona e Valli e quattro punti di ristoro dove vi era la possibilità di assaggiare diverse prelibatezze. Infine non potevano mancare i luoghi d’intrattenimento, come “La pigiatura dell’Uva”, “La distillazione”, “Un bottaio al lavoro” e “La Città dei bambini”.

Non potendo purtroppo esagerare con le degustazioni,  abbiamo deciso di assaggiare innanzitutto un interessante bianco di uva Viognier della cantina Sibernagl, Ticino, con un intenso color giallo paglierino e profumi floreali con sentori di frutti gialli e leggere note di nocciola. Un vino secco, rotondo ed elegante, adatto e da abbinare alla carne di maiale, cibo piccante e formaggi molli.

Per i rossi invece abbiamo degustato un buon Merlot, facile da bere, adatto a tutti: il ticinese “Scintilla” dell’Azienda Mondò. Un vino elegante e strutturato, adatto e da abbinare a un bel pezzo di manzo o, per inaugurare la stagione autunnale alle porte, da gustare con carne di cervo.

Insomma, una bellissima esperienza, che consiglio vivamente a tutti. Cosa aspettate? Prendete carta e penna e segnatevi le date: l’anno prossimo si riparte con la settima edizione, all’inizio di settembre 2020!

 

 

Tags:

Giulia Bernasconi

Nata a Medellin, Colombia e cresciuta a Lugano in Svizzera. Laureata con un Bachelor in “Hospitality & Tourism” Management a Glion ed un Master in Brands Management a Londra dopo aver lavorato in ... Vedi profilo completo

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
* campi obbligatori