Portare il teatro sullo schermo. Arriva il primo concorso in lingua italiana per la produzione di due progetti audiovisivi originali

Un’iniziativa dell’associazione De la scène à l’écran assieme a RSI e RTS. I progetti vincitori saranno diffusi dalla Radiotelevisione Svizzera di lingua Italiana, uno nel 2024 e l’altro nel 2025

Identificare e produrre in lingua italiana due progetti di trasposizione audiovisiva di opere teatrali: è questo l’obiettivo del concorso promosso dall’associazione De la scène à l’écran, costituita dalla SRG SSR/RTS, dalla Società Svizzera degli Autori (SSA), dalla fondazione culturale SUISSIMAGE (SI) e dall’Associazione Romanda della Produzione Audiovisiva (AROPA).

Il concorso, giunto alla sua quinta edizione nella Svizzera francese, viene proposto per la prima volta in lingua italiana.

Si cercano lavori creativi e originali. Come sottolineato nel bando di concorso, “saranno sostenuti i progetti audiovisivi che, partendo dalle riprese degli spettacoli dal vivo”, di teatro, danza, musical, marionette, mimo, magia, circo o performance, “integrano un valore artistico aggiunto a livello di produzione, di linguaggio audiovisivo , di costruzione narrativa e che possono quindi essere considerati vere e proprie trasposizioni, non semplici registrazioni”.

Questa collaborazione con RTS e con l’associazione De la scène à l’écran rappresenta un’opportunità unica per le artiste e gli artisti della Svizzera italiana: il nostro territorio è ricco di creatività e proposte culturali che meritano di essere valorizzate e diffuse“, dichiara Vanni Bianconi, responsabile Cultura RSI.

TUTTI I DETTAGLI NEL BANDO DI CONCORSO QUI DI SEGUITO

Continuare
Abbonati per leggere tutto l'articolo
Ricordami