Premiate le scuole vincitrici della IX edizione del Premio Nazionale Giovanni Grillo

L’evento, dedicato agli Internati Militari italiani della Seconda Guerra Mondiale, quest’anno sottolinea l’importanza della Memoria. Per il passato, il presente e il futuro

In foto: l’intervento di Michelina Grillo, Presidente e ideatrice del Premio

“La Memoria non è solo l’insieme di eventi storici, ma un patrimonio immateriale che plasma l’identità e il carattere di una comunità. Grillo invita a un nuovo e più intenso impegno civico ispirato al dovere sacro di difendere la Patria, richiamando l’esempio degli Internati Militari italiani che, rifiutando il nazifascismo, hanno sacrificato la loro vita per la democrazia e la pace. L’articolo 52 della Costituzione repubblicana richiama un patto morale di difesa della Patria che si manifesta non solo attraverso le armi, ma anche tramite azioni di solidarietà, amore per il dialogo e rispetto reciproco. La difesa della Patria diventa così un impegno personale per contribuire alla tutela dei valori fondamentali della Repubblica”.
Con queste parole Michelina Grillo, Presidente e ideatrice del Premio Grillo (dedicato alle migliaia di Internati Militari italiani della Seconda Guerra Mondiale), ha accolto le scuole vincitrici di questa nona edizione. Che è, infatti, intitolata “MEMORIA: bene comune di ogni popolo e fulcro di un rinnovato impegno sociale”.

LEGGI ANCHE: La Memoria è un vero tesoro

La cerimonia di premiazione si è svolta il 25 gennaio 2024 presso la Sala Regina della Camera dei Deputati a Roma.

Premiazione della scuola media di Polcenigo (Pordenone)

Per gli Istituti secondari di primo grado il Premio è stato attribuito all’elaborato:
Quello che le foto ci dicono – video – presentazione sito internet- realizzato dalla classe 2°B della Scuola Media GIOVANNI PASCOLI di Polcenigo –Istituto Comprensivo Zanzotto di Caneva (Pordenone);

Per gli Istituti secondari di secondo grado, il Premio è stato attribuito ex aequo agli elaborati:
“Liberi di scegliere” (video)realizzato dalla classe 4°E dell’Istituto Istruzione Superiore “B. CELLINI” di Firenze;
“Never Forget” (cortometraggio) realizzato dalla classe 5°A dell’Istituto Istruzione Superiore “CAMILLO RONDANI” di Parma.

Premiazione della scuola Cellini di Firenze
Premiazione della scuola Camillo Rondani di Parma

Hanno guadagnato una Menzione Speciale gli elaborati:
“La marcia del soldato” – Canzone – realizzata dalla classe 2°B dell’Istituto Comprensivo Statale “M. BUONOCORE- A. FIENGA” di META (NA);
“Giorno 22 Novembre” – video – realizzato dalle classi 2°F e 3° B dell’istituto Comprensivo Statale “DANTE ALIGHIERI” di SALZANO (VE). 

premiazione della scuola di Meta (Napoli)
premiazione della scuola di Salzano (Venezia)

Hanno premiato gli studenti il generale di squadra aerea dell’Aeronautica Militare, Alberto Biavati, il direttore di Rai Per la Sostenibilità ESG Roberto Natale, il Vicedirettore di Rai Cultura Giuseppe Giannotti e la dott.ssa Maria Costanza Cipullo del Ministero dell’Istruzione e del Merito.

Ill Vicepresidente della Camera dei deputati On. Le Giorgio Mulé, intervenuto alla cerimonia, ricordando gli Internati italiani, ha detto: “800 mila persone, 650 mila militari, prese e rubate alla loro vita quotidiana perché non giurarono fedeltà al nazifascismo. Giovanni Grillo è stato l’esempio quotidiano nell’essere retti rispetto ad una missione civica e civile che ognuno di noi ha”.

Il Ministro della Difesa, Guido Crosetto, ha inviato un messaggio: “La storia degli internati militari è un promemoria cruciale della necessità di difendere i diritti umani e la dignità di ogni individuo indipendentemente da circostanze politiche e storiche e la memoria collettiva è simbolo che ci unisce tutti come cittadini e custodi dei valori della nostra civiltà”.

Il Premio, ideato e promosso dalla Fondazione Giovanni Grillo, si svolge in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e del Merito e gode del patrocinio del Ministero della Cultura, dell’Aeronautica Militare, dell’Istituto Nazionale Ferruccio Parri, di Rai per la Sostenibilità ESG e Media Partnership di Rai Cultura.

Continuare
Abbonati per leggere tutto l'articolo
Ricordami