Il pensionamento in Svizzera

Scrivi la parola o il termine da trovare

INAS Sponsorizzate

Prepararsi al pensionamento

di Valeria Angrisani, Responsabile Inas Lausanne

Rendita AVS o 1° Pilastro

In Svizzera non si ottiene nessuna prestazione senza farne domanda. Anche per la rendita AVS, senza richiesta non si ottiene automaticamente.

Per ottenere la rendita viene fatta richiesta scritta, almeno tre mesi prima del raggiungimento dell’età ordinaria di pensionamento, presso la cassa di compensazione alla quale sono stati versati gli ultimi contributi AVS o presso la cassa dove il primo coniuge ha ricevuto il pensionamento.

L’assicurato può anticipare la richiesta di pensionamento ed in tal caso, occorre inoltrare la domanda al più tardi l’ultimo giorno del mese durante il quale si raggiunge l’età che dà diritto al pensionamento anticipato. Per gli uomini a 64 o 63 anni mentre per le donne 62 o 63 anni, con una riduzione del 6,8% per ogni anno di anticipo e per tutta la durata del pensionamento. Non sono accettate richieste retroattive.

Per ottenere il rinvio del pensionamento va inoltrata la domanda al più tardi un anno dopo il raggiungimento dell’età ordinaria di pensionamento.

Previdenza professionale – LPP o 2° pilastro

Anche per la prestazione del 2° pilastro bisogna farne richiesta e soprattutto prendere visione del regolamento della cassa pensione prima del pensionamento, in modo da poter valutare l’opzione più favorevole alle proprie esigenze personali e familiari.

L’assicurato, infatti, può chiedere la prestazione del secondo pilastro come: rendita mensile, un quarto o la metà del suo avere di vecchiaia LPP che gli sia versato sotto forma di liquidazione in capitale ed il resto come rendita mensile. Può essere richiesto anche l’intero capitale invece della rendita se nel regolamento della cassa pensione è previsto e secondo le modalità richieste. Proprio per questo bisogna prestare attenzione alla scadenza entro la quale è possibile chiedere il versamento in capitale.

Anche per la prestazione del secondo pilastro è possibile rinviare o posticipare il diritto se previsto dal regolamento. Solitamente l’età minima per il pensionamento anticipato è 58 anni mentre vi è la possibilità di rinviare la riscossione della rendita fino a 70 anni al più tardi.

Previdenza privata o 3° pilastro

La previdenza del terzo pilastro a differenza degli altri due è una forma di previdenza privata a carico solo degli assicurati e nelle modalità da loro richieste.

Per ritirare gli averi del terzo pilastro, se la forma assicurativa è quella legata al pensionamento, sarà possibile ritirare l’avere al più presto cinque anni prima dell’età ordinaria di pensionamento e al più tardi alla fine del mese durante il quale s’inizia a percepire la rendita AVS.

Se l’assicurato intende ancora esercitare attività lucrativa il versamento della prestazione del 3° pilastro può essere richiesto al massimo cinque anni a partire dall’età ordinaria di pensionamento. Anche in questo caso bisognerà attenersi alle modalità del regolamento della cassa o assicurazione scelta e quelle stabilite nel contratto iniziale.

Pensione all’estero

Se l’assicurato ha prestato attività lavorativa anche in un altro Stato al momento del pensionamento in Svizzera si potrà presentare, nello stesso tempo, anche domanda di pensione nel Paese estero interessato, secondo i requisiti di età e contribuzione richiesti.

Per ulteriori informazioni o effettuare delle simulazioni di calcolo prima del pensionamento, invitiamo gli interessati a recarsi presso le nostre sedi dove gli operatori e responsabili INAS vi aiuteranno gratuitamente ad inoltrare le vostre richieste presso gli istituti competenti.

 

CHI SIAMO

L’Inas Cisl è un Istituto di assistenza e consulenza giuridico-sociale promosso da uno dei maggiori sindacati italiani: la Cisl. Da più di 70 anni fornisce gratuitamente consulenza e tutela a milioni di lavoratori, pensionati, cittadini immigrati e emigrati nella gestione dei diritti locali e all’estero.

Inas Cisl è il tuo patronato, la risposta ai tuoi problemi quando si parla di: attestazione della pensione italiana (modello CU), compilazione moduli RED/EST, prestazioni di vecchiaia, invalidità e vedovanza in Svizzera e all’estero, verifica posizioni contributive in Italia e in altri stati, prestazioni previdenza secondo pilastro, prestazioni complementari (sociale), infortuni e malattie professionali, prepensionamento FAR/RESOR e tanto altro.

Grazie a una rete di oltre 700 uffici in tutta Italia e oltre 90 all’estero nei Paesi di maggiore emigrazione italiana, con noi le risposte sono dietro l’angolo!

Vai sul sito: www.inas.ch e trova la sede Inas Cisl  più comoda per te!

 

RUBRICA SOCIALE INAS – Periodicamente sul sito del Corriere degli italiani

 

Valeria Angrisani

Responsabile Inas Lausanne