Napoleone, Alessandria, Marengo… 220 anni dopo | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

Cultura

Napoleone, Alessandria, Marengo… 220 anni dopo

Proseguono le manifestazioni ad Alessandria in occasione del Bicentenario della morte di Napoleone (avvenuta il 5 maggio 1821 in esilio sull’isola di Sant’Elena). Il legame fra la città e Bonaparte è la storica battaglia vittoriosa di Marengo del 14 giugno del 1800, che fece di Napoleone un mito. Il più famoso condottiero della storia, che divenne Imperatore. Il Comune di Alessandria celebra – in presenza di pubblico – e di veri ufficiali, ex militari e cavallerizzi – lo storico evento attraverso una reale e spettacolare rievocazione della battaglia, tra Villa napoleonica Delavo, sede del Marengo Museum, il suo Parco e i terreni che circondano il complesso. Il 12 e 13 giugno a Marengo, assisteremo alla vera battaglia con la partecipazione di oltre un centinaio di rievocatori, con l’Armèe d’ Italie (Stato Maggiore), la 59ème Demi Brigade d’Infant de Ligne di Marengo sul fronte francese.

I Granatieri austriaci 26° Reggimento Fanteria e il 1° Jaeger Vienna, e ancora il Gruppo Storico Montichiari, i bersaglieri bresciani, 4ème Règiment d’Artillerie, si raduneranno già sabato prossimo per allestire gli accampamenti e prepararsi, con dimostrazioni di addestramento alla battaglia.

L’Associazione storico-culturale Amaltea riproporrà le ambientazioni dell’accampamento e dei civili al seguito dell’esercito. Fra fucili, tende da campo, cannoni, spade e cavalli si potrà rivivere l’atmosfera delle ore antecedenti la battaglia. La sera del 12 giugno a partire dalle 20,30 avrà luogo la rievocazione della “petite bataille”, lo scontro che anticipò la battaglia del 14 giugno.

La domenica invece sarà dedicata alle commemorazioni: alla colonna monumentale con l’Aquila di Marengo e successivamente gli onori al monumento di Napoleone Primo Console, all’ossario dei caduti in battaglia e al Generale Desaix.

All’interno del Parco, vari enti di promozione locale cucineranno le specialità del posto per meglio accogliere in queste due giornate pubblico e rievocatori. E naturalmente il Marengo Museum, proprio dedicato alla Battaglia, sarà aperto ai visitatori per scoprire i dettagli delle strategie della vittoria di Napoleone e i personaggi che passarono con lui alla storia.

Nel corso del week end commemorativo avranno luogo anche una serie di iniziative storico-culturali organizzate dall’Unione Giornalisti e Comunicatori, legate al periodo napoleonico. Sabato 12 giugno alle ore 18 nell’Auditorium Marengo, sarà presentato il volume “Gli assedi di Napoleone”, un’opera specificatamente dedicata alla guerra d’assedio in Italia dal 1796 al 1814, realizzata dall’Associazione Napoleonica d’Italia, mentre domenica 13 giugno avrà luogo la celebrazione dei 220 anni della posa della colonna con l’Aquila di Marengo, con una ricostruzione delle vicende legate a questo importante simbolo della vittoria napoleonica.

Domenica 20 giugno l’Azienda CulturAle Costruire Insieme del Comune di Alessandria proporrà l’iniziativa “Rivivere Marengo nel Bicentenario di Napoleone. Storia, cultura e spettacolo”. Il Marengo Museum sarà aperto ai visitatori dalle ore 11 alle 20, per le visite guidate negli ambienti che ripropongono le diverse fasi cruciali della battaglia del 1800.  Nel pomeriggio a partire dalle ore 16 l’attore alessandrino Massimo Bagliani reciterà l’ode “Il cinque maggio” che Manzoni compose in soli tre giorni, dopo aver appreso della morte di Napoleone. Ci sarà inoltre uno spettacolo equestre in costumi d’epoca napoleonica (uno dei figuranti rappresenterà il Generale Desaix caduto al termine della Battaglia di Marengo) con i cavallerizzi della Cascina Monticello di Asti e la presenza di figuranti dell’Atelier Principessa Valentina, per immergersi nell’epoca napoleonica. Il tutto nell’area antistante la Piramide che caratterizza l’ingresso del Museo.

Sempre nel pomeriggio sarà presentato il volume di Paolo Palumbo intitolato “Fermi nel pericolo. Soldati Italiani e Napoletani nella campagna di Spagna 1808-1913”. Il libro della casa editrice il Maglio, inaugura una nuova collana, proprio in occasione del Bicentenario di Napoleone, della storia militare dall’era antica a quella moderna. In particolare, questo primo volume, racconta le vicissitudini dei soldati italiani che combatterono per Napoleone in una delle campagne più difficili e rischiose della storia delle imprese napoleoniche. Per l’occasione sarà presente l’autore, Paolo Palumbo, storico militare, esperto dell’epoca napoleonica, responsabile dell’Associazione Souvenir Napoléonien. CulturAle Costruire Insieme ha siglato un protocollo d’intesa con l’associazione francese ed una delle iniziative realizzate in collaborazione e un video dove il Prof. Palumbo racconta nelle diverse ambientazioni, il Museo di Marengo e la storica Battaglia. Il video-documentario inedito sarà per la prima volta presentato al pubblico nel pomeriggio di domenica 20 giugno.

Il giorno 13 giugno, alle ore 15, si terrà la Lectio Magistralis sulle Strategie Militari di Napoleone, a cura dello studioso napoleonico alessandrino Dott. Giulio Massobrio.  L’iniziativa avrà luogo nell’area antistante la Piramide d’ingresso al Marengo Museum.

Per partecipare all’iniziativa del 12 e 13 giugno è necessaria la prenotazione all’indirizzo e- mail serviziomusei@asmcostruireinsieme.it entro le ore 14 di venerdì 11 giugno. Per informazioni è possibile anche contattare: daniela.sguaizer@asmcostruireinsieme.it

Per partecipare all’iniziativa del 20 giugno è consigliata la prenotazione all’indirizzo e-mail serviziomusei@asmcostruireinsieme.it entro le ore 14 di venerdì 18 giugno

Marengo è rimasto nel cuore di Napoleone e Alessandria è da molti considerata come la naturale Capitale dell’Italia Napoleonica. Per info www.marengomuseum.it

Condividi
Tags:

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
* campi obbligatori