Ai fornelli con Corto Maltese | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

EVIDENZA Gastronomia

Ai fornelli con Corto Maltese

CUCINARE CON IL MARINAIO DI HUGO PRATT

In una nuova avventura tra letteratura ed enogastronomia, Corto Maltese, il marinaio creato da Hugo Pratt e amato da generazioni di appassionati in quanto uno dei personaggi più famosi del fumetto d’ autore, diventa protagonista di una speciale traversata tra sapori e piatti particolari. ‘Cucinare con Corto Maltese’ (editore Cong, società svizzera che detiene i diritti di tutta l’opera artistica di Pratt) è un libro di ricette di cucina per naviganti e sognatori sulla scia delle rotte dei mari del sud e dei luoghi esotici che hanno fatto da scenario alle storie create dalla matita del maestro veneziano Hugo Pratt.

L’autore, Michel Pierre, storico e scrittore che ha firmato numerosi volumi di storia, in particolare dedicati agli imperi coloniali, era amico di Pratt e con lui aveva progettato appunto un ricettario che facesse fare al palato il giro del mondo. “Tutti coloro che l’hanno conosciuto possono testimoniare il suo amore per la buona tavola”, afferma Pierre nel testo introduttivo del fumettista e disegnatore.

Il volume ha la prefazione di Massimo Bottura, tra gli chef più conosciuti e grande fan di Corto. Scrive Bottura, rinomato patron dell’Osteria Francescana di Modena: “Per me, essere contemporanei significa riscoprire la tradizione portandola nel futuro, significa iniziare da una tradizione che sta seduta su secoli di storia e poi reinterpretarla con il mio pensiero contemporaneo: in una parola, rinnovare una tradizione significa prendere il meglio di essa e portarla nel futuro. E questo è un altro viaggio, è un altro oceano da attraversare. Non so quanto sarei riuscito a fare il cuoco senza questi viaggi, senza la musica o l’arte, senza mettere insieme la vista con l’udito e il gusto”.

Dal pesce del Mare del Nord, ai profumi mediterranei di Italia, Spagna e Grecia, dai crostacei in salsa creola delle Antille, ai sapori berberi del Nord Africa. E ancora: il branzino alla cantonese, il ceviche peruviano, il tofu del Sud Est Asiatico, lo street food di Buenos Aires passando perfino alle zampe di dromedario e allo spezzatino di caribù. Carni, pesce, molluschi, crostacei, verdure: per ogni ricetta c’è un viaggio, un piccolo diario di bordo che Corto Maltese ha compilato su uno dei suoi velieri insieme ai bellissimi e indimenticabili acquarelli di Hugo Pratt.

Ad accompagnare i piatti, sempre un buon vino – suggerito dal sommelier Antonio Mazzitelli – per rendere il viaggio ancora più prezioso. Oltre a proposte suggerite da Corto Maltese, il libro si arricchisce delle ricette di otto chef emergenti della scuderia di Bottura in giro per il mondo: Modena, Firenze, Dubai, Los Angeles, Tokyo. Tra questi, troviamo Riccardo Forapani, chef del Cavallino di Maranello (MO) che presenta la sua ricetta del Baccalà in pastella, e Bernardo Paladini, chef del ristorante Torno Subito a Dubai, con il suo Risotto “Padella”, che riprende la paella valenciana, piatto di recupero della tradizione popolare dal quale ne abbiamo preso tutti gli ingredienti, ma a cui è stata applicata la tecnica italiana del risotto.

Infine, essendo Corto un marinaio che ama andare a vela, non potevano mancare gli otto campioni della vela più conosciuti: Tommaso Chieffi, Dudi Coletti, Matteo Miceli, Andrea Mura, Giancarlo Pedote, Mauro Pelaschier, Giovanni Soldini e Vasco Vascotto che hanno contribuito all’edizione di questo libro con una delle ricette che normalmente eseguono in barca nelle loro infinite traversate, nelle lunghe regate o nella tranquillità di una crociera. Il loro spirito d’avventura è molto simile a quello di Corto Maltese. “Non sono un eroe, mi piace viaggiare e non amo le regole, ma ne rispetto una soltanto, quella di non tradire mai gli amici”, diceva di sé il personaggio di Pratt. Nel libro troverete ingredienti, ricette e preparazioni originali e creative, ma soprattutto in grado di regalare sapori autentici e genuini.

La ricetta


“CARI” DI POLLO AL LATTE DI COCCO

Ingredienti per 4-5 persone:

1 pollo intero di circa 1 kg

2 cipolle grandi

6 peperoncini verdi

2 spicchi d’aglio

cannella in polvere

3 chiodi di garofano

2 baccelli di cardamomo

1 cucchiaio zenzero fresco grattugiato

10 ml di cumino macinato

1 cucchiaino polvere di curcuma

coriandolo fresco tritato

40 cl di latte di cocco

1 limone

olio vegetale

sale

Procedimento:

Tritate l’aglio e le cipolle, tagliate i peperoncini in lamelle (togliere i semi).

In una casseruola o in una grande padella, soffriggete le cipolle e i peperoncini in olio di arachidi, aggiungete il pollo tagliato a pezzi, salatelo e rosolatelo.

Aggiungete la cannella, i chiodi di garofano, il cardamomo schiacciato, lo zenzero, il cumino e la curcuma.

Versate il latte di cocco e ½ bicchiere d’acqua.

Coprite e cuocete a fuoco lento, mescolando, fino a quando il pollo è cotto.

Servite con coriandolo tritato e succo di limone accompagnato con fagioli rossi cucinati alla creola e lenticchie di Cilaos (Isola della Riunione).

Vino in abbinamento: Valtenesi Rosato DOC 2020, Lombardia – Italia, temperatura di servizio 11°/13°.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
* campi obbligatori