"Le mie banane sono le migliori" | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

EVIDENZA Società

“Le mie banane sono le migliori”

di Anna Wegelin, Terre des Hommes Schweiz

Rafforzare i giovani delle piccole famiglie contadine per un’esistenza sicura e dignitosa nelle zone rurali: è questo l’obiettivo della campagna “Insieme cambiamo il mondo” di Terre des Hommes Schweiz. Qui conosciamo Miguel Antonio López di El Salvador, che è orgoglioso del suo mestiere.

Foto: piantagione di banane

Miguel Antonio López ha 17 anni e viene da El Salvador, in America Centrale. I suoi genitori sono divorziati. Sua madre vive nella capitale San Salvador e si è risposata lì, mentre suo padre è emigrato negli Stati Uniti.

Miguel vive con suo zio e sua nonna a Patamera, al confine con l’Honduras. Patamera è una regione agricola isolata a 800 metri sul livello del mare. Il giovane e i suoi parenti vivono in una piccola fattoria. Coltivano mais e fagioli e hanno qualche mucca per il latte. Miguel si sente a casa qui. Con l’aiuto dell’organizzazione CORDES, partner di Terre des Hommes Schweiz, ha costruito qualcosa di cui è visibilmente orgoglioso.

Miguel posa per la foto davanti alla sua piccola piantagione di “platani” (NdT: varietà di banane da cuocere prima di essere consumate) di coltivazione ecologica, un contributo alla protezione del clima. Questo boschetto è il risultato visibile della sua collaborazione con CORDES. “Le mie banane sono le migliori del villaggio”, dice con fierezza. Ora sta risparmiando per comprare una moto, per potersi spostare e finire così la scuola nella città vicina. Miguel sa a malapena leggere e scrivere, e non è andato a scuola per molto tempo.

Soldi per il dentista

CORDES gli ha fornito un pacchetto di avvio contenente 200 piccole piante di banane, oltre agli strumenti necessari e a del fertilizzante biologico. Frequentando un corso di CORDES, Miguel ha imparato i metodi di coltivazione sostenibili ed ecologici. Ha appreso come gestire con prudenza il suolo e l’acqua e a tenere sotto controllo i parassiti grazie a dei metodi naturali.

Ma Miguel non si è limitato a piantare le banane: ha anche coltivato uva, pomodori, peperoncini e cetrioli sempre grazie al kit di avvio CORDES. La sua frutta e la sua verdura sono una merce ricercata nella zona. Con il reddito guadagnato, ha potuto finanziarsi un trattamento odontoiatrico. Grazie al ricavato della sua coltivazione sostenibile e rispettosa del clima, Miguel vorrebbe anche potersi permettere un telefono cellulare. È un desiderio che coltiva ormai da tanto tempo: senza un telefono cellulare rimane isolato dai suoi coetanei e non può informarsi su cosa succede nel mondo.

Miguel sta aiutando altri giovani di Patamera a creare a loro volta delle fattorie gestite con un’agricoltura sostenibile su piccola scala. Lavorare con CORDES lo ha aiutato a superare la sua timidezza e a continuare a costruire un futuro per sé e per la sua famiglia.

Terre des Hommes Schweiz sostiene i giovani come Miguel in El Salvador e in altre parti del mondo trasmettendo conoscenze specialistiche ed offrendo consulenze, di modo che possano garantire il loro futuro grazie all’agricoltura sostenibile e allo stesso tempo proteggere il clima.

Traduzione di Letizia Bernaschina

Tags:

Potrebbero interessarti