Quando la musica è una buona causa | Corriere dell'Italianità

Scrivi la parola o il termine da trovare

Rubriche

Quando la musica è una buona causa

La raccolta fondi che il Conservatorio della Svizzera italiana ha lanciato nei mesi scorsi per sostenere i suoi allievi musicisti durante la pandemia, è in finalissima al “Swissfundraising Award 2020”

LUGANO. Oggi, 9 ottobre 2020, la Fondazione Conservatorio della Svizzera italiana partecipa al Swissfundraising Day 2020: il suo «Fondo di Solidarietà per gli studenti», creato per sostenere gli allievi in difficoltà durante la pandemia Covid-19, è stato selezionato come una delle cinque campagne di raccolta fondi più creative della Svizzera nel 2020. 

Gli altri finalisti del premio sono: Caritas Svizzera – campagna di aiuti umanitari per il Mozambico; Fondazione Re-Borne – per la conservazione e il ripristino delle pietre di confine del Cantone Neuchâtel; Croce Rossa Svizzera – fondo per la responsabilità sociale; progetto Refill the Shelf.

Il CSI è l’unico rappresentante del Ticino.

Il «Fondo di Solidarietà per gli studenti» è nato in quei giorni concitati che preludevano al lockdown, come strumento agile e tempestivo per affiancarsi ai giovani e aiutarli concretamente in un momento così difficile e inaspettato (cfr. “Fondo di solidarietà per gli studenti del Conservatorio della Svizzera italiana” e “Il Conservatorio della Svizzera italiana e il Fondo di solidarietà: testimonianze”). 

In pochi mesi il «Fondo» ha ricevuto donazioni per oltre 210.000 CHF e ha erogato 132 borse di studio di emergenza: un versamento diretto nel conto corrente dello studente previa verifica individuale di requisiti e bisogni specifici. 

La premiazione avverrà oggi pomeriggio al Kursaal di Berna, dove si svolge il convegno annuale Swissfundraising Day 2020 promosso dall’associazione Swissfundraising, che conta 800 iscritti e ha lo scopo di promuovere la professione del fundraiser e diffondere la sua rilevanza presso l’opinione pubblica.

Il Direttore della Fondazione CSI Christoph Brenner ha detto che: «questo riconoscimento celebra un grande lavoro di squadra e il profondo senso di responsabilità che il Conservatorio ha verso i suoi studenti e il mondo musicale. Tutelare e promuovere l’arte e la cultura, specialmente nei momenti di crisi, deve essere un impegno condiviso da tutti.»

Il Fondo di solidarietà per gli studenti del CSI è ancora attivo. Per donare:

Banca dello Stato del Canton Ticino, 6501 Bellinzona

Fondazione Conservatorio della Svizzera italiana – Fondo di solidarietà 

IBAN: CH60 0076 4372 7664 Y000 5
BIC: BSCTCH22XXX
Clearing: 00764
CCP: 65-433-5

Orchestra sinfonica del CSI e Sinfonieorchester der ZHdK, Sala Teatro del LAC Lugano, 14 febbraio 2020.
© Luca Sangiorgi / CSI

 

 

Condividi
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
* campi obbligatori